Firmato tua F, recensione di Adua Biagioli

La poesia narrante di Katiuscia Girolametti in arte KatyG

raccolta poetica “Firmato tua F.”-Casa Editrice Kimerik

 

Katiuscia Girolametti, sul web la conoscono come KatyG, romana classe ’84, diplomata in lingue estere, vanta un master in marketing turistico. Conserva fin da bambina la passione per la scrittura, con i due figli ama inventare storie e favole e all’attivo conta dieci pubblicazioni tra i vari concorsi letterari e antologie di prestigio, classificandosi sempre tra i finalisti. Scrive racconti, poesie, aforismi e adora la fotografia. Il tema principale è la disabilità e la diversità, con un approccio diretto, semplice,crudo e senza mezze misure. Da anni si occupa anche di pittura (acquerello), stirando ogni emozione che provoca.

Blog katyg.altervista.org

 

Non si rinuncia a sognare, “nel silenzio sdraiato nel mezzo”.

KatyG ci ricorda che al di là della routine i sogni predominano, sono sempre loro a brillare oltre le stelle, i “Dreams” rinnovati dall’amore.

Possiamo fermarci per capire un po’ di più la vita o dove essa ci porterà; talvolta sogno e realtà, in questa raccolta poetica, sembrano trovare una propria collineazione su uno stesso piano di appoggio. Lo stupore del vivere e nel sogno di vivere è un annuncio di verità che trova spazio nel “poetizzare” un “romanzo epistolare” personale che prende forma irrinunciabilmente.

Definirei quella di KatyG, una poesia narrante che pone dialoghi e interrogativi, talvolta un gioco emozionale che tenta di esorcizzare la paura della solitudine, a volte senza trascurare la naturalezza di belle rime, il tutto in un linguaggio contemporaneo chiaro, snello, pulito, in cui vivacità, brio, solarità arieggiano con le paure interiori smascherandole, perché dopo tutto  si può sempre giocare e sorridere di ciò e con ciò che ci travolge, dei pentimenti che ci accecano, ci confortano, ci fanno impazzire ma non ne possiamo fare a meno.

Partendo dal presupposto dell’autrice che ci dice che “l’amore è il ponte di collegamento tra forza e fiducia”, non manca in questo percorso personale la riflessione sul ‘Tempo’, quello perfetto e imperfetto dell’oggi e del domani, così come non mancano squisiti aforismi rivelatori della forza e del carattere di questa penna pulsante che si muove in testi spesso concludenti con domande aperte sui dubbi. I  versi talvolta sono brevi e incalzanti che scendono a cascata e di getto come tocchi di pennello dai colori della speranza.

In ugual modo, non viene lasciata sfuggire l’ironia positiva che ci strappa sorrisi e buoni propositi allontanando la tristezza, così che un giorno possiamo noi stessi svegliarci, aprire la finestra e sussurrare come l’autrice fa, “il prossimo sogno voglio crearlo con l’uscita di sicurezza”,  perché l’amore è anche una “frase scontata nel mezzo della vita e l’arrivo è la partenza di ogni sogno”.

Grazie Katiuscia, per avermi offerto questa magica lettura dai sentimenti buoni.

 

Adua Biagioli Spadi

(Diritti riservati)

 

Da ” Firmato tua F.” di KatyG

 

II.

 

Io sono:

la mia forza

la mia paura

il mio coraggio

la mia debolezza

il mio sorriso

le mie lacrime

la mia felicità

il mio dolore.

Tu sei: tutto quello che mancava per far battere il mio cuore.

 

 

IV

Quel silenzio sdraiato nel mezzo.

Quando tu hai appena detto qualcosa

di meraviglioso,a quando io

ascolto e mi manca il respiro.

Quando tu aspetti la mia risposta,

quando io vorrei sentirlo dire ancora.

Quando tu crei un sogno solo per noi due,

quando io vorrei realizzare i tuoi desideri.

Tutti silenzi in attesa di un bacio.

Precedente Grandi risultati Successivo Firmato tua F, recensione di Grazia Messina