Sognamose

Sognamose.
E quanno r’sole cala
me sale na voja strana
de vede’ l’occhi tua su sto sfonno de coperta.
Tanto ce lo so
che dentro er core
c’hai la voce mia.
Ce lo so che te mori
de vedemme.
De tenemme stretta
su quer petto fucilato
da na vita fregnacciara.
Penzeme sempre
che la notte fa freddo
e si n’sepotemo tocca…
Armeno se sognamo.

#katyg
[mio omaggio a Roma. Così immensa che ci nascere poeti]

Poesie / , , , , , ,

Informazioni su katyg

Rianimo le parole uccise dalle bocche cucite. Scrittrice, pittrice e fotografa. contatti: [email protected]

I commenti sono chiusi.